calciocamuno.it

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Articolo NUOVA CAMUNIA

ARTICOLI

   



ACC. RUDIANESE-NUOVA CAMUNIA 0-2



ACC. RUDIANESE: Viviani, Petito (Provezza 18' s.t), Morina, Baresi (Zanardini 32' s.t), Tribbia, Dellacà, Bariselli (Ranghetti 11' s.t), Corini (Mercandelli 1' s.t), Festa, Taga, Massetti (Maffoni 3' s.t). All. Maugeri.
NUOVA CAMUNIA: Cervelli, N. Occhi (F. Testini 16' s.t), Marazzani, De Giosa (Cominelli 38' s.t), Toselli (Rossini 25' s.t), V. Testini, Calzaferri, Bonomelli, Tolotti (Filosofi 8' s.t), Laffranchi (Gozzi 27' s.t), Rizzi. All. Bonomelli.
Arbitro: Cappello di Rovere.
Reti: Calzaferri al 30', Tolotti al 31' p.t. (N).
Espulsi: Provezza (A) al 49' s.t., Bonomelli (N) al 49' s.t.

Classica partita di fine stagione condizionata dal caldo che ha impedito alle due formazioni di mantenere ritmi alti per tutta la durata dell'incontro. Prime fasi di gioco caratterizzate dalla confusione e senza particolari emozioni, salvo qualche conclusione dalla distanza che non impensierisce i due portieri, che sbrigano ordinaria amministrazione. Alla mezz'ora, nel giro di un minuto, la svolta della partita: con un uno-due micidiale la Nuova Camunia passa in vantaggio con Calzaferri, bravo ad infilarsi nelle maglie della difesa avversaria e battere l'estremo difensore con un preciso diagonale. C'è solo il tempo di rimettere la palla al centro e Tolotti si trova solo davanti al portiere e non sbaglia. 0-2.
Ripresa di poco conto, girandola di cambi da una parte e dall'altra e partita che si trascina stancamente verso la fine.



INTERVISTA POST PARTITA
"Finale di stagione. Tempi di bilanci. Annata che definirei più che positiva. Ci siamo presentati ai nastri di partenza con una rosa ampia, costituita dai soliti volti noti, ma anche da nuovi innesti, alcuni infortuni recuperati e tanta tanta voglia di fare bene. Ci attendeva una stagione "sperimentale" dal punto di vista della guida tecnica: non sapevamo se la collaborazione tra il mister uscente Cominelli e il rientrante "Papo" sarebbe stata proficua. Devo ammettere che l'intesa tra i due, nel rispetto dei propri ruoli di mister e vice, ha dato i frutti sperati. Abbiamo ottenuto quasi il doppio dei punti della passata stagione, ma soprattutto abbiamo segnato di più e subito di meno. Questi miglioramenti non sono dovuti solamente allo spirito battagliero dimostrato per tutto l'arco dell'annata, ma il tutto è dovuto agli allenamenti specifici effettuati in settimana; la possibilità di condurre fasi offensiva e difensiva in certi momenti separate ha permesso di migliorare i singoli e l'intesa dei reparti in modo costruttivo. Abbiamo sfiorato i playoff mancandoli per soli due punti. Se non ci fosse stato quel rigore al 92' contro la Provagliese avremmo vinto la partita e saremmo ai playoff al posto loro? Chissà... Certo è che saremmo arrivati alle sfide decisive carichi psicologicamente e fisicamente in virtù degli ultimi risultati ottenuti. Non mi piace limitare la stagione ad un errore arbitrale, anche perchè ci abbiamo comunque messo del nostro: nelle partite che contavano di più ci siamo innervositi e "persi". Abbiamo poi lasciato punti per strada in modo ingenuo, vedi Mompiano e Casaglio. Certamente non ci ha favorito il fatto che nella pausa invernale abbiamo dovuto allenarci esclusivamente in palestra non avendo a disposizione nemmeno un campo causa neve e ghiaccio che quest'anno sono stati particolarmente abbondanti. Non deve essere una scusante assoluta, ma profondità, ampiezza, posizione in campo, schemi e quant'altro non abbiamo potuto svilupparli. Sicuramente ci sono ancora dei dettagli da limare sia a livello organizzativo sia caratteriale, ma stiamo crescendo e abbiamo imboccato la strada giusta. Complimenti quindi a tutti: in primis ai mister per la loro costanza e dedizione per preparare e condurre allenamenti e gare, a tutti i collaboratori, al preparatore dei portieri, al nostro ormai indispensabile fisioterapista, a tutti coloro che ci hanno sostenuto e non per ultimo al nostro tifoso eccellente sempre pronto con cori e tamburo a incitarci anche nei momenti difficili; ma soprattutto un grazie ai giocatori, i principali attori di questo campionato: ci hanno entusiasmato in certi momenti, deluso in altri, ma non li si può tacciare di scarso impegno, quello no! Quello è stato massimale per tutta la stagione, anche a -7/-8 °C, anche con agenti atmosferici avversi. Chi non calca i campi tutti i giorni non può capire, può solo giudicare. Spero di non avere scordato nessuno, ma nella parola "collaboratori" intendevo comprendere tutti coloro che hanno contribuito a questa splendida stagione. Grazie a tutti ed arrivederci al prossimo campionato".

Tratto dal sito della Nuova Camunia 2015

 
Torna ai contenuti | Torna al menu